Home covid-19 Napoli: stufo dei globalisti

Napoli: stufo dei globalisti

327
0
SHARE

I napoletani, come potrebbero essere meno, hanno dimostrato al loro sindaco, Gaetano Manfredi, che sono stufi dei loro ordini globalisti.

Il magistrato napoletano ha emesso un’ordinanza comunale il 30 dicembre 2021 che vieta l’uso e l’esplosione di «fuochi d’artificio, petardi, barili, razzi e simili congegni pirotecnici, anche se liberi di venderli, su ordinanza in tutta la città, dalle ore 16 domani, 31 dicembre, fino a mezzanotte: 1 gennaio 2022». In altre parole, ha cercato di restringere una consuetudine napoletana (e quella dell’intero Mediterraneo) in base a presunte ragioni sanitarie.

I trasgressori – precisa l’ordinanza del Comune di Napoli – se il fatto non costituisce reato, saranno puniti con la sanzione amministrativa da 25 a 500 euro e il sequestro di materiale pirotecnico.

Gaetano Manfredi, Sindaco di Napoli

Gaetano Manfredi, indipendente al servizio del globalismo

Nel 2021 si è candidato sindaco di Napoli come indipendente da una coalizione di centrosinistra composta da Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Centro Democratico, Verde Europa, Moderados e altre liste locali. Manfredi ha vinto al primo turno con il 62,88% dei voti.

Figlio dell’ex consigliere comunale di Nola Gianfranco Manfredi, militante del Partito Socialista Italiano, e fratello maggiore del politico Massimiliano Manfredi, è sposato con la dottoressa Concetta Del Piano, meglio conosciuta come Cettina, ed ha una figlia, Sveva.

Come si vede, è stato promosso sindaco dai partiti globalisti, per svolgere il suo ruolo in questa crisi.

L’ordinanza che vieta razzi e petardi

Risultato: fuochi d’artificio

Il popolo napoletano ha gettato la propria indignazione di fronte al proprio concistoro sotto forma di incredibili fuochi d’artificio. Sicuramente il più rumoroso degli ultimi anni:

¡¡Este artículo ha sido leido 423 veces!!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here